Blog

Lo sapevi che alcuni problemi di vista del tuo bambino possono dipendere dalla postura? Ti spiego cosa fare.

Lo sapevi che alcuni problemi di vista del tuo bambino possono dipendere dalla postura? Ti spiego cosa fare.

Se non credevi che un’errata postura fosse responsabile di alcuni problemi alla vista, con questo articolo ti spiego quali sono le cattive abitudini da fargli abbandonare al più presto, prima che sia troppo tardi.

Hai notato che il tuo bambino quando scrive è rannicchiato su stesso, volge la testa completamente a destra, si sdraia sul tavolo o ha il torso a sinistra e le spalle opposte?

La prima cosa che fai è rimproverarlo, tu conosci gli effetti di una errata postura, perché eri così anche tu e i tuoi mal di testa sono dipesi anche da questa cattiva abitudine.

Se al momento il tuo bimbo si raddrizza, pochi secondi dopo si spalma sul tavolo peggio di prima.

LUI NON ASCOLTA

Risponde che sta bene così, che diritto come una stecca da biliardo non ci sta.

Dopo averglielo ripetuto dieci volte molli l’osso, non sai più cosa fare.

Come ti capisco!

Tra l’altro hai notato che stringe la matita con tutta la mano, neanche dovesse estrarre la spada nella roccia: mai vista una cosa simile.

Vorrei tranquillizzarti, ci sono tanti bimbi come il tuo.

ORA TI SPIEGO COME PUOI AIUTARLO

Al contrario di un tempo tutti sappiamo i danni che provoca una postura errata.

Ammettiamo che il bimbo sia all’inizio dell’anno scolastico, l’immagine corporea che passa dall’asilo alla scuola elementare deve ancora essere acquisito dal bimbo, per questo siamo ancora in tempo per aiutarlo.

Sarà un po’ più dura, però non disperare, se il bimbo è in seconda o terza elementare e ti sei accorta da poco che fa le contorsioni per scrivere e leggere.

TI AGGIUNGO UN ALTRO PROBLEMA

L’occhio è il principale organo sensoriale collegato al nostro equilibrio posturale.

Devi sapere che tra le maggiori cause a livello oculare di squilibri posturali è proprio il difetto della vista non corretto.

La relazione tra vista e postura è bidirezionale, significa che se vedo male avrò una postura malsana, se ho una postura errata vedrò male.

INTERVENIRE CON TEMPISMO E’ LA SOLUZIONE

ECCO I CONSIGLI UTILI PER CORREGGERE LA POSTURA

  • Non ti scoraggiare se all’inizio non ti ascolterà, stare diritti con la schiena non è facile neppure per noi, figurati per un bambino.
  • Fallo sedere in un luogo ben illuminato su una sedia adatta alla sua età.
  • Controlla che i piedi siano appoggiati a terra
  • Le ginocchia devono essere più in basso rispetto all’altezza delle cosce.
  • La schiena deve essere dritta
  • Il corpo leggermente spostato in avanti

CI SIAMO. QUESTA E’ LA POSIZIONE PERFETTA PER INIZIARE A SCRIVERE

Ora vediamo come deve impugnare lo strumento di scrittura.

La matita o la penna va impugnata tra pollice-indice e poggiata nel dito medio.

Le dita devono essere vicine alla punta, ma non troppo perché il bambino deve vedere cosa sta scrivendo.

Da questo momento ci vuole solo esercizio e tanta pazienza, finché non diventerà un’abitudine.

Non voglio spaventarti ma è giusto tu sappia che i danni che una postura scorretta provocano alla vista sono molto frequenti.

Abbiamo già trattato l’argomento sulla difficoltà di far accettare gli occhiali da un bambino, se vuoi approfondire leggi l’articolo che ti posto qui sotto, comprenderai quanto è difficile per loro accettare di portare gli occhiali.

Come sarebbe se il tuo bambino dovesse portare gli occhiali e lui proprio non ne vuole sapere? Leggi tutti i consigli per evitare stress e malumori in casa.

Siamo in grado di aiutarti a superare ogni difficoltà. Puoi passare in negozio a ritirare gratuitamente un’impugnatura che aiuterà tuo figlio a tenere correttamente la penna.

La scuola è appena iniziata, sei ancora in tempo per prendere le giuste precauzioni.

Ps: di solito sono le nonne le prime ad accorgersi di questi comportamenti, noi contiamo molto su di te, osserva il tuo nipotino e fai un bel rapporto ai genitori.

A presto

Arianna Foscarini

 

 

 

 

 

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *